Conclusioni dell'avvocato generale Cruz Villalón del 1 giugno 2010.$