21.6.2012   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 161/12


DECISIONE DEL COMITATO MISTO SEE

N. 7/2012

del 10 febbraio 2012

che modifica l’allegato II (Regolamentazioni tecniche, norme, prove e certificazioni) dell’accordo SEE

IL COMITATO MISTO SEE,

visto l’accordo sullo Spazio economico europeo, modificato dal protocollo che adegua l’accordo sullo Spazio economico europeo, in seguito denominato «l’accordo», in particolare l’articolo 98,

considerando quanto segue:

(1)

L’allegato II dell’accordo è stato modificato dalla decisione del Comitato misto SEE n. 113/2011 del 21 ottobre 2011 (1).

(2)

Occorre integrare nell’accordo il regolamento (CE) n. 631/2009 della Commissione, del 22 luglio 2009, recante disposizioni di applicazione dell’allegato I del regolamento (CE) n. 78/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente l’omologazione dei veicoli a motore in relazione alla protezione dei pedoni e degli altri utenti della strada vulnerabili, che modifica la direttiva 2007/46/CE e abroga le direttive 2003/102/CE e 2005/66/CE (2), rettificato dalla GU L 229 del 6.9.2011, pag. 16.

(3)

Occorre integrare nell’accordo il regolamento (UE) n. 371/2010 della Commissione, del 16 aprile 2010, recante sostituzione degli allegati V, X, XV e XVI della direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un quadro per l’omologazione dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, nonché dei sistemi, componenti ed entità tecniche destinati a tali veicoli (direttiva quadro) (3).

(4)

Occorre integrare nell’accordo la direttiva 2010/19/UE della Commissione, del 9 marzo 2010, che modifica, ai fini dell’adattamento al progresso tecnico nel settore dei dispositivi antispruzzi di talune categorie di veicoli a motore e dei loro rimorchi, la direttiva 91/226/CEE del Consiglio e la direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (4),

HA ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

Il capitolo I dell’allegato II dell’accordo è così modificato:

1)

al punto 45a (direttiva 91/226/CEE del Consiglio) è aggiunto il seguente trattino:

«—

32010 L 0019: Direttiva 2010/19/UE della Commissione, del 9 marzo 2010 (GU L 72 del 20.3.2010, pag. 17).»;

2)

al punto 45zx (direttiva 2007/46/CE del Parlamento europeo e del Consiglio) sono aggiunti i seguenti trattini:

«—

32010 L 0019: Direttiva 2010/19/UE della Commissione, del 9 marzo 2010 (GU L 72 del 20.3.2010, pag. 17),

32010 R 0371: Regolamento (UE) n. 371/2010 della Commissione, del 16 aprile 2010 (GU L 110 dell’1.5.2010, pag. 1)»;

3)

dopo il punto 45zy [regolamento (CE) n. 78/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio] è aggiunto il seguente punto:

«45zz.

32009 R 0631: Regolamento (CE) n. 631/2009 della Commissione, del 22 luglio 2009, recante disposizioni di applicazione dell’allegato I del regolamento (CE) n. 78/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente l’omologazione dei veicoli a motore in relazione alla protezione dei pedoni e degli altri utenti della strada vulnerabili, che modifica la direttiva 2007/46/CE e abroga le direttive 2003/102/CE e 2005/66/CE (GU L 195 del 25.7.2009, pag. 1), rettificato dalla GU L 229 del 6.9.2011, pag. 16

Articolo 2

I testi del regolamento (CE) n. 631/2009, rettificato dalla GU L 229 del 6.9.2011, pag. 16, del regolamento (UE) n. 371/2010 e della direttiva 2010/19/UE nelle lingue islandese e norvegese, da pubblicare nel supplemento SEE della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, fanno fede.

Articolo 3

La presente decisione entra in vigore l’11 febbraio 2012, a condizione che tutte le notifiche previste dall’articolo 103, paragrafo 1, dell’accordo siano pervenute al Comitato misto SEE (5).

Articolo 4

La presente decisione è pubblicata nella sezione SEE e nel supplemento SEE della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Fatto a Bruxelles, il 10 febbraio 2012

Per il Comitato misto SEE

Il presidente f.f.

Gianluca GRIPPA


(1)  GU L 341 del 22.12.2011, pag. 74.

(2)  GU L 195 del 25.7.2009, pag. 1.

(3)  GU L 110 dell’1.5.2010, pag. 1.

(4)  GU L 72 del 20.3.2010, pag. 17.

(5)  Non è stata comunicata l’esistenza di obblighi costituzionali.