21.5.2019   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 174/5


DECISIONE DELLA COMMISSIONE

del 17 maggio 2019

che istituisce il gruppo di esperti della Commissione sul reddito nazionale lordo

(Testo rilevante ai fini del SEE)

(2019/C 174/06)

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea,

considerando quanto segue:

(1)

A norma dell’articolo 338 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea, il Parlamento europeo e il Consiglio adottano misure per l’elaborazione di statistiche laddove necessario per lo svolgimento delle attività dell’Unione.

(2)

A norma dell’articolo 4 del regolamento (UE) 2019/516 del Parlamento europeo e del Consiglio (1), la Commissione deve istituire un gruppo di esperti formale, composto da rappresentanti di tutti gli Stati membri e presieduto da un rappresentante della Commissione, incaricato di fornire consulenza alla Commissione e di esprimere il proprio parere circa la comparabilità, l’affidabilità e l’esaustività dei calcoli del reddito nazionale lordo («RNL»), di esaminare le questioni relative all’attuazione del regolamento (UE) 2019/516 e di emettere pareri annuali sull’adeguatezza dei dati RNL forniti dagli Stati membri ai fini delle risorse proprie.

(3)

È pertanto necessario istituire un gruppo di esperti (il «gruppo di esperti sull’RNL») nel settore dell’RNL e definirne i compiti, la struttura e il funzionamento.

(4)

Il gruppo di esperti sull’RNL dovrebbe esprimere ogni anno un parere sull’adeguatezza dei dati RNL presentati annualmente dagli Stati membri ai fini del loro utilizzo nel sistema delle risorse proprie dell’Unione europea.

(5)

Il gruppo di esperti sull’RNL dovrebbe essere composto da esperti dei conti nazionali provenienti dalle autorità statistiche nazionali degli Stati membri.

(6)

È opportuno stabilire norme sulla divulgazione delle informazioni da parte dei membri del gruppo di esperti sull’RNL.

(7)

I dati personali dovrebbero essere trattati in conformità al regolamento (UE) 2018/1725 del Parlamento europeo e del Consiglio (2),

DECIDE:

Articolo 1

Oggetto

È istituito il gruppo di esperti della Commissione sul reddito nazionale lordo («il gruppo di esperti sull’RNL»).

Articolo 2

Compiti

I compiti del gruppo di esperti sull’RNL sono i seguenti:

a)

consigliare la Commissione e formulare osservazioni, fatto salvo l’articolo 2, paragrafo 3, del regolamento (UE) n. 549/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio (3), circa la comparabilità, l’affidabilità e l’esaustività dei calcoli dell’RNL;

b)

esaminare le questioni relative all’attuazione del regolamento (UE) 2019/516;

c)

esaminare, su base annuale, i dati trasmessi in conformità all’articolo 2, paragrafo 2, del regolamento (UE) 2019/516 e la relazione presentata a norma dell’articolo 2, paragrafo 3, del medesimo regolamento, concernente le fonti e i metodi per il calcolo dell’RNL e delle relative componenti. Tale esame annuale costituisce la base del parere del gruppo di esperti sull’RNL riguardante l’adeguatezza dei dati RNL forniti dagli Stati membri ai fini delle risorse proprie in relazione all’affidabilità, alla comparabilità e all’esaustività. Detto parere indica i principali documenti su cui è basato l’esame;

d)

assistere la Commissione nella preparazione di proposte legislative e iniziative politiche relative all’armonizzazione del reddito nazionale lordo ai prezzi di mercato;

e)

assistere la Commissione nella preparazione di atti delegati da adottare a norma del regolamento (UE) 2019/516;

f)

assistere la Commissione nella fase iniziale della preparazione di atti di esecuzione da adottare a norma del regolamento (UE) 2019/516, prima della loro presentazione al comitato del sistema statistico europeo conformemente al regolamento (UE) n. 182/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio (4);

g)

agevolare lo scambio di esperienze e di buone pratiche in materia di armonizzazione del reddito nazionale lordo ai prezzi di mercato;

h)

consigliare la Commissione in merito alle questioni concernenti le politiche di revisione dei dati RNL.

Articolo 3

Consultazione

La Commissione può consultare il gruppo di esperti sull’RNL in merito a qualsiasi questione relativa al reddito nazionale lordo.

Articolo 4

Composizione del gruppo

1.   Il gruppo è composto dalle autorità statistiche nazionali degli Stati membri di cui all’articolo 5, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio (5).

2.   Le autorità statistiche nazionali degli Stati membri nominano i propri rappresentanti e garantiscono che tali rappresentanti forniscano un elevato livello di competenza nella compilazione dei conti nazionali.

Articolo 5

Presidenza

Il gruppo di esperti sull’RNL è presieduto da un rappresentante della Commissione (Eurostat).

Articolo 6

Funzionamento

1.   Il gruppo di esperti sull’RNL agisce su richiesta della Commissione (Eurostat), nel rispetto delle regole orizzontali della Commissione per i gruppi di esperti (6) («le regole orizzontali»).

2.   Le riunioni del gruppo si svolgono, in linea di principio, nei locali della Commissione.

3.   La Commissione (Eurostat) assicura i servizi di segreteria. I funzionari di altri servizi della Commissione interessati ai lavori possono assistere alle riunioni del gruppo e dei sottogruppi.

4.   Di concerto con la Commissione (Eurostat), il gruppo può decidere, a maggioranza semplice dei suoi membri, di rendere pubbliche le deliberazioni.

5.   Il verbale delle discussioni relative a ciascuno dei punti all’ordine del giorno e ai pareri espressi dal gruppo di esperti sull’RNL è informativo e completo. Il verbale è redatto dal segretariato sotto la responsabilità del presidente.

6.   Il gruppo di esperti sull’RNL adotta i pareri, le raccomandazioni o le relazioni per consenso, ove possibile.

7.   In caso di votazione, esso si pronuncia a maggioranza semplice dei suoi membri. I membri che hanno espresso un voto contrario o si sono astenuti hanno il diritto di far allegare ai pareri, alle raccomandazioni o alle relazioni un documento che sintetizzi le motivazioni della loro posizione.

Articolo 7

Sottogruppi

La Commissione (Eurostat) ha la facoltà di istituire sottogruppi per esaminare questioni specifiche sulla base di un mandato definito dalla Commissione. I sottogruppi operano in conformità alle regole orizzontali e riferiscono al gruppo di esperti sull’RNL. Essi si sciolgono una volta espletato il loro mandato.

Articolo 8

Esperti invitati

Su base ad hoc, la Commissione (Eurostat) può invitare esperti con competenze specifiche in una materia all’ordine del giorno a partecipare ai lavori del gruppo di esperti sull’RNL o dei sottogruppi.

Articolo 9

Osservatori

1.   Alle organizzazioni o agli organismi pubblici diversi dalle autorità degli Stati membri può essere concesso lo status di osservatori, conformemente alle regole orizzontali, su invito diretto.

2.   Le organizzazioni o gli organismi pubblici designati come osservatori nominano i propri rappresentanti.

3.   Gli osservatori e i loro rappresentanti possono essere autorizzati dal presidente a partecipare alle discussioni del gruppo di esperti sull’RNL e a fornire consulenza. Essi non hanno tuttavia diritto di voto e non partecipano alla formulazione delle raccomandazioni o dei pareri del gruppo di esperti sull’RNL.

Articolo 10

Regolamento interno

Su proposta della Commissione (Eurostat) e di concerto con essa, il gruppo di esperti sull’RNL adotta a maggioranza semplice dei suoi membri il proprio regolamento interno basandosi sul modello di regolamento interno per i gruppi di esperti, in conformità alle regole orizzontali.

Articolo 11

Segreto professionale e trattamento delle informazioni classificate

1.   I membri del gruppo di esperti sull’RNL e i loro rappresentanti, così come gli esperti invitati e gli osservatori, sono soggetti all’obbligo del segreto professionale che, in virtù dei trattati e delle relative norme di attuazione, si applica a tutti i membri delle istituzioni e al loro personale, nonché al rispetto delle norme della Commissione in materia di sicurezza riguardanti la protezione delle informazioni classificate dell’Unione, previste dalle decisioni della Commissione (UE, Euratom) 2015/443 (7) e 2015/444 (8). In caso di mancato rispetto di tali obblighi, la Commissione può adottare tutti i provvedimenti del caso.

2.   I membri del gruppo di esperti sull’RNL e i loro rappresentanti, così come gli esperti invitati e gli osservatori, rispettano il segreto statistico di cui al regolamento (CE) n. 223/2009, in particolare l’articolo 20 (Tutela dei dati riservati).

Articolo 12

Trasparenza

1.   Il gruppo di esperti sull’RNL è iscritto nel registro dei gruppi di esperti della Commissione e di altri organismi analoghi («il registro dei gruppi di esperti»). I nomi delle autorità degli Stati membri e degli osservatori sono pubblicati nel registro dei gruppi di esperti.

2.   Tutti i documenti pertinenti, compresi gli ordini del giorno, i verbali e le comunicazioni dei partecipanti, sono messi a disposizione dopo le riunioni tramite un link dal registro dei gruppi di esperti a un sito web dedicato. L’accesso ai siti web dedicati non è soggetto alla registrazione dell’utente né ad altre restrizioni. La pubblicazione dell’ordine del giorno avviene a tempo debito prima della riunione ed è seguita dalla pubblicazione tempestiva dei verbali. Sono previste deroghe alla pubblicazione soltanto qualora si ritenga che la divulgazione di un documento possa arrecare pregiudizio alla tutela di un interesse pubblico o privato, quale definito all’articolo 4 del regolamento (CE) n. 1049/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio (9).

Articolo 13

Spese per le riunioni

1.   I partecipanti alle attività del gruppo di esperti sull’RNL non sono remunerati per i servizi prestati.

2.   Le spese di viaggio e di soggiorno sostenute dai partecipanti alle attività del gruppo di esperti sull’RNL e dei sottogruppi possono essere rimborsate dalla Commissione conformemente alle disposizioni in vigore all’interno della Commissione e nei limiti degli stanziamenti disponibili assegnati ai servizi della Commissione nel quadro della procedura annuale di assegnazione delle risorse.

Fatto a Bruxelles, il 17 maggio 2019

Per la Commissione

Marianne THYSSEN


(1)  Regolamento (UE) 2019/516 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 marzo 2019, relativo all’armonizzazione del reddito nazionale lordo ai prezzi di mercato e che abroga la direttiva 89/130/CEE, Euratom del Consiglio e il regolamento (CE, Euratom) n. 1287/2003 del Consiglio (regolamento RNL) (GU L 91 del 29.3.2019, pag. 19).

(2)  Regolamento (UE) 2018/1725 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2018, sulla tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni, degli organi e degli organismi dell’Unione e sulla libera circolazione di tali dati, e che abroga il regolamento (CE) n. 45/2001 e la decisione n. 1247/2002/CE (GU L 295 del 21.11.2018, pag. 39).

(3)  Regolamento (UE) n. 549/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 maggio 2013, relativo al Sistema europeo dei conti nazionali e regionali nell’Unione europea (GU L 174 del 26.6.2013, pag. 1).

(4)  Regolamento (UE) n. 182/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 febbraio 2011, che stabilisce le regole e i principi generali relativi alle modalità di controllo da parte degli Stati membri dell’esercizio delle competenze di esecuzione attribuite alla Commissione (GU L 55 del 28.2.2011, pag. 13).

(5)  Regolamento (CE) n. 223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 marzo 2009, relativo alle statistiche europee (GU L 87 del 31.3.2009, pag. 164).

(6)  Decisione della Commissione C(2016) 3301, del 30 maggio 2016, recante regole orizzontali relative alla creazione e al funzionamento dei gruppi di esperti della Commissione.

(7)  Decisione (UE, Euratom) 2015/443 della Commissione, del 13 marzo 2015, sulla sicurezza nella Commissione (GU L 72 del 17.3.2015, pag. 41).

(8)  Decisione (UE, Euratom) 2015/444 della Commissione, del 13 marzo 2015, sulle norme di sicurezza per proteggere le informazioni classificate UE (GU L 72 del 17.3.2015, pag. 53).

(9)  Regolamento (CE) n. 1049/2001 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 30 maggio 2001, relativo all’accesso del pubblico ai documenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione (GU L 145 del 31.5.2001, pag. 43). Eccezioni intese a tutelare la sicurezza pubblica, le questioni militari, le relazioni internazionali, la politica finanziaria, monetaria o economica, la vita privata e l’integrità dell’individuo, gli interessi commerciali, le procedure giurisdizionali e la consulenza legale, le attività ispettive, di indagine e di revisione contabile e il processo decisionale dell’istituzione.