25.1.2012   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

C 20/4


Avviso all'attenzione delle persone e delle entità cui si applicano l'articolo 19, paragrafo 1, lettera b) e l'articolo 20, paragrafo 1, lettera b) della decisione 2010/413/PESC del Consiglio (allegato II) e l'articolo 16, paragrafo 2 del regolamento (UE) n. 961/2010 del Consiglio (allegato VIII)

2012/C 20/02

CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA

Le seguenti informazioni sono portate all'attenzione delle persone e delle entità che figurano nell'allegato II della decisione 2010/413/PESC del Consiglio, del 26 luglio 2010, quale modificata dalla decisione 2012/35/PESC del Consiglio, del 23 gennaio 2012 (1), e nell'allegato VIII del regolamento (UE) n. 961/2010, attuato dal regolamento di esecuzione (UE) n. 54/2012 del Consiglio, del 23 gennaio 2012 (2).

Il Consiglio dell'Unione europea ha deciso che altre persone ed entità debbano essere inserite negli elenchi delle persone e delle entità cui si applicano l'articolo 19, paragrafo 1, lettera b) e l'articolo 20, paragrafo 1, lettera b) della decisione 2010/413/PESC del Consiglio e l'articolo 16, paragrafo 2 del regolamento (UE) n. 961/2010 del Consiglio concernente misure restrittive nei confronti dell'Iran.

Si richiama l'attenzione delle persone e delle entità in questione sulla possibilità di presentare una richiesta alle autorità competenti dello Stato o degli Stati membri pertinenti, indicate nei siti web di cui all'allegato V del regolamento, al fine di ottenere un'autorizzazione a utilizzare i fondi congelati per soddisfare bisogni fondamentali o per effettuare pagamenti specifici (cfr. articoli 17, 18 e 19 del regolamento).

Le persone e le entità in questione possono presentare al Consiglio, unitamente ai documenti giustificativi, una richiesta volta ad ottenere il riesame della decisione che le include nell'elenco summenzionato, all'indirizzo seguente:

Consiglio dell'Unione europea

Segretariato generale

DG K Unità Coordinamento

Rue de la Loi/Wetstraat 175

1048 Bruxelles/Brussel

BELGIQUE/BELGIË

Si richiama inoltre l'attenzione sulla possibilità per ogni persona ed entità interessata di impugnare la decisione del Consiglio dinanzi al Tribunale dell'Unione europea, conformemente alle condizioni previste dall'articolo 275, secondo comma e dall'articolo 263, quarto e sesto comma del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.


(1)  GU L 19 del 24.1.2012, pag. 22.

(2)  GU L 19 del 24.1.2012, pag. 1.